2011

La maratona di scherma a Roma

 

 

Memorial Enzo Musumeci Greco

 

Piazza Capranica

 

sabato 11 giugno 2011, dalle 12.00 alle 24.00

 

 

La prima Maratona di scherma a Roma

Due squadre, tre armi (spada, fioretto, sciabola), dodici ore, trecento schermidori, tremilaseicento stoccate: sono i numeri di un appuntamento mai visto, la maratona di scherma, che richiamerà a Roma atleti da tutta Italia. L'incontro è organizzato da Renzo Musumeci Greco con il contributo della Fondazione Roma Terzo Settore, visto che in una simile kermesse scenderà in piazza, accanto agli atleti normodotati, una nutrita rappresentanza di schermidori paralimpici. Un sostegno fondamentale, quello della Fondazione, che affonda le sue radici lontano nella storia: il bisnonno di Renzo Musumeci Greco e il bisnonno di Emmanuele Francesco Maria Emanuele (Presidente della Fondazione Roma e schermidore anch'egli) erano compagni d'arme. Oggi la Fondazione si affianca a questo progetto che unisce scherma e cultura per sottolineare i valori e l'importanza dell'integrazione nello sport e nella vita civile.

 

Siamo onorati di sostenere, attraverso l’impegno della Fondazione Roma-Terzo Settore, questa manifestazione” - dichiara il Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele - “che riconferma il ruolo della scherma come fattore educazionale. “Lo sport” - prosegue Emanuele - “è uno strumento fondamentale del progresso della società, perché insegna i valori della lealtà, del rispetto per il prossimo e per le regole, che costituiscono la base della nostra vita sociale. La scherma, tra tutte le discipline sportive, è quella che rappresenta maggiormente questo sistema di valori e per tanti anni è stata parte integrante della formazione fisica nel sistema scolastico. Essa è anche confronto intellettivo perché, nello scontro di uomo contro uomo, consente, attraverso l’intelligenza, di prevalere su atleti più dotati fisicamente. Da tempo, infatti, la scherma è divenuta uno sport destinato a coloro che, diversamente abili, trovano in questa disciplina un motivo di gratificazione”.

 

 

Le due squadre e gli atleti

Tutte le categorie di atleti saranno rappresentate: dai 5 ai 70 anni, uomini e donne, grandi campioni di oggi e del passato (Montano, Granbassi, Cassarà, Maffei, Chicca), principianti assoluti e senior, abili e diversamente abili. Gli atleti saranno divisi in due squadre, Orazi e Curiazi e, alternandosi in pedana, si affronteranno ininterrottamente dalle 12.00 alle 24.00. Luogo dell'incontro una delle più suggestive piazze romane, Piazza Capranica, uno slargo cinto da palazzi nobiliari su cui affaccia la chiesa di Santa Maria in Aquiro. Una intera giornata di sport che non si negherà momenti di spettacolo: sarà infatti intervallata, ogni ora, da brevi letture. In primo luogo di quel Codice che, ormai inapplicabile nella sua ragione originaria, continua ad essere in buona parte insegnamento di lealtà e di onore, il Codice Cavalleresco. E poi di grandi pagine sul tema dei duelli e dell'arma bianca tratte da opere di autori celeberrimi (Dumas, Rostand, Cervantes...), che verranno interpretate da protagonisti delle scene come Pino Quartullo, Antonello Fassari, Geppy Gleijeses.

 

 

Il centenario della nascita di Enzo Musumeci Greco

L'occasione per ritrovarsi intorno a questa festa delle lame e della recitazione è il Memorial Enzo Musumeci Greco che quest'anno celebra anche il centenario della nascita del suo eponimo, il più grande Maestro d'arme che il cinema italiano abbia mai avuto. Il nonno di Enzo è Salvatore Greco dei Chiaramonte, tra i capi dei garibaldini in Sicilia (il Pincio conserva, tra i tanti, anche il suo busto), gli zii sono Aurelio e Agesilao, gli schermidori più famosi del mondo nei cinquant'anni a cavallo tra Otto e Novecento. Dagli zii eredita la più antica sala d'arme di Europa – ceduta loro dal Marchese Emanuele di Villabianca, antenato del Presidente Emanuele e Maestro d’Armi del Re d’Italia - quella ancora oggi sita nella Capitale in via del Seminario 87, e allarga la professione di famiglia dedicandosi alla cinematografia. Diventa così il maestro di alcuni nomi leggendari (Tyrone Power, Errol Flynn, Charlton Heston, Richard Burton, Gina Lollobrigida, tra gli altri), e firma alcuni duelli del grande schermo che fanno sognare gli appassionati delle pellicole di cappa e spada. Oggi la sua eredità è passata nelle mani del figlio Renzo Musumeci Greco, direttore artistico del Memorial, la cui regia è affidata ad Aldo Sarullo.

 

Il Memorial

Il Memorial, quest’anno, andrà ad una personalità pubblica che verrà rivelata nel momento-clou della serata. Come premio una penna stilografica di eccezionale fattura e valore, firmata Pelikan. Il brand tedesco consegnerà durante la premiazione questo prezioso oggetto prodotto artigianalmente, a tiratura limitata a livello mondiale.

 

 

Mimmo Paladino firma il logo della Maratona

Per questo appuntamento Renzo Musumeci Greco ha potuto contare su un gesto di massima amicizia da parte di un frequentatore tra i più noti della sala d'armi: il grande Mimmo Paladino ha firmato il bellissimo logo che campeggia sul manifesto, un omaggio che esalta il sempre particolare sincretismo tra scherma e cinema.

 

 

Il Concorso fotografico

Accanto alla Maratona, un concorso aperto a chiunque, del pubblico, voglia partecipare. Si tratta di Fotografa la Maratona di scherma a Roma, e le modalità di partecipazione sono già chiarite dal titolo. Le fotografie della serata che abbiano protagonista la scherma saranno esaminate da una giuria. La foto vincitrice riceverà un premio poi, insieme alle più belle, sarà esposta in una mostra nel foyer del Teatro Quirino all'inizio della stagione teatrale 2011 – 2012, per un mese. Tutti i particolari del regolamento su www.afildispada.it.

 

 

L’allestimento della piazza

L'allestimento visivo della manifestazione sarà curato dalla Technicolor e farà diventare Piazza Capranica un set a cielo aperto dedicato a memorabilia schermistiche e a frammenti di duelli entrati nella storia del cinema.

 

 

La presentazione del film in 3D

Nel corso della serata verrà presentato in anteprima il trailer de “I Tre Moschettieri 3D”. E’ la trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di Alexandre Dumas, diretta da Paul W. S. Anderson (autore della saga di Resident Evil), girato in tre dimensioni e ricco di straordinari effetti speciali, con Orlando Bloom e Milla Jovovich. Il film sarà nelle sale a partire dal prossimo mese di ottobre, un’ esclusiva Rai Cinema – Distribuzione 01.

 

 

I conduttori

A condurre le prime otto ore della manifestazione – dalle 12.00 alle 20.00 - saranno gli allievi del corso di recitazione del Centro Sperimentale di Cinematografia, la più antica scuola di cinema del mondo, in cui è docente di Scherma Scenica Renzo Musumeci Greco. Dalle 20.00 alle 24.00 la conduzione passerà a Paola Saluzzi, già buona fiorettista, che intratterrà il pubblico con la sua professionalità e la sua verve. Nei momenti più vivi dell'impegno sportivo sarà affiancata da Renzo Musumeci Greco, imbattibile nel raccontare la scherma e le sue regole.

 

 

 

 

Per informazioni:         www.musumecigreco.com   -     www.afildispada.it

 

Facebook:    La maratona di scherma a Roma – Memorial Enzo Musumeci Greco

 

Ufficio stampa:       Emi Pantini, 06/30090112, 335/831125