2008

 

 

 A  FIL DI SPADA 2008

di Renzo Musumeci Greco

"ASPETTANDO PECHINO"

4° Torneo Internazionale di Scherma 

 MEMORIAL ENZO MUSUMECI GRECO

 

Teatro Brancaccio – Roma, 12 marzo 2008 – ore 20:30

 

Regia di Aldo Sarullo – Produttore Antonio Altieri di Monterano

Un incontro tra due culture, quella italiana e quella cinese, che vantano legami di amicizia dai tempi lontani di Marco Polo: è questo il tema dell’edizione 2008 di A Fil di Spada. Giunta alla IV edizione, la manifestazione ideata da Renzo Musumeci Greco, dopo tre anni di successi popolari che hanno portato la grande scherma internazionale nelle piazze più belle di Roma, accoglie al teatro Brancaccio una straordinaria anteprima sportiva: la squadra cinese di sciabola, tra le più temibili al mondo, si esibirà eccezionalmente fuori dai propri confini a pochissima distanza dall’apertura delle Olimpiadi di Pechino, e si batterà contro la titolatissima squadra italiana capitanata dalla medaglia d’oro di sciabola individuale di Atene 2004, Aldo Montano, in una sfida che ha tutta l’aria di anticipare per il solo pubblico romano la futura finale olimpica. Aldo Montano, Giampiero Pastore e Luigi Samele difenderanno i colori italiani, Zhou Hanming, Zhong Man e Wang Jinzhi quelli cinesi, tre contro tre e tutti contro tutti, per un totale di nove assalti al meglio delle 45 stoccate, secondo il regolamento internazionale. E i combattimenti più qualificati e avvincenti tra grandi campioni non saranno certo l’unico piatto forte: presentata da Antonio Stornaiolo con la partecipazione di Daniela Fazzolari e Chantal Cidonio la serata, di cui sarà madrina Margherita Granbassi, campionessa del mondo 2006 di fioretto, vedrà sfilare gli abiti della collezione di alta moda della collezione autunno – inverno ’93-’94 di Valentino, una collezione di sogno tutta dedicata alla Cina rimasta nella storia del costume che, come mai accaduto prima, in questa occasione uscirà dall’Archivio storico del grande stilista. E poi, l’esibizione di un tenore che i teatri del mondo hanno decretato essere molto più che una semplice promessa, il giovane coreano Park Sung Kyu, che eseguirà Nessun dorma, dalla Turandot di Giacomo Puccini. E ancora, le performance di maestri italiani e cinesi di Tai Chi Chuan, antica arte marziale di emozionante impatto scenico, con la partecipazione del campione del mondo di spada lunga medievale, il maestro Mario Mandrà, e le più belle scene di scontri all’arma bianca di film cinesi inediti per l’Italia. Per finire, largo spazio ai protagonisti del nostro cinema che si sono confrontati con i due temi della serata, la maggiore nazione dell’Oriente e le armi bianche: Giuliano Montaldo riceverà una targa-ricordo per il venticinquennale del suo Marco Polo, produzione televisiva kolossal esportata in tutto il mondo, Enrica Fico Antonioni ritirerà una targa alla memoria del marito Michelangelo, che nel 1972 fu il primo regista occidentale a raccontare la Cina dopo la cacciata della Banda dei Quattro nel documentario Chung Kuo (China), mentre il giovane Alessio Boni riceverà il Memorial Enzo Musumeci Greco, ritirato lo scorso anno da Gina Lollobrigida, per la sua interpretazione di Caravaggio nell’omonimo film televisivo di Raiuno, che lo ha visto sostenere con impegno e disinvoltura tutti gli scontri con la spada in pugno in cui fu implicato il grande pittore, senza mai ricorrere a controfigure.

 

 

La produzione, di Antonio Altieri di Monterano, sarà ambientata in una scenografia, realizzata da Marta Crisolini Malatesta, che raffigura la magica Città Proibita di Pechino. La regia di questa edizione di A Fil di Spada è firmata per la seconda volta da Aldo Sarullo.

 

 

Main sponsor della serata, come lo scorso anno, sarà la Lancia, che in questa occasione esporrà nel foyer del teatro la nuova Lancia Delta, per la prima volta in Italia dopo il debutto al Salone di Ginevra.

Per informazioni sulla nuova Lancia Delta: www.lanciapress.com

 

Media Partner sarà Rai International, che diffonderà la manifestazione in prima serata in tutto il mondo.

 

 

Ingresso libero

Per informazioni: 06/33973276 – Email: comitatoitaliacina@live.it

Ufficio stampa: Emi Pantini 335/8311255